home
  15/11/2005
Eccoci ancora qui!
Di Alfredo Castelli

Speaking of drooling, Bob Beerbohm whizzed through NYC
yesterday with a 30 second flash of xeroxes-in-progress of Alfredo
Castelli's “Here We Are Again”, an indispensible folly of loving
scholarship that really ought to have an English Language black-plate
edition to accompany what will be an amazing four-color book
”.
art spiegelman
messaggio a PlatinumAgeComics@egroups.com, 6 Aprile 2000

ECCOCI FINALMENTE QUI!

Buongiorno a tutti. È da molto tempo che attendo di scrivere questa presentazione: fin dal primo progetto di Eccoci ancora qui!, nel 1996, infatti, ho deciso di realizzarla come ultima cosa, nel momento in cui avrei avuto una visione globale del lavoro finito. Quando mi sono reso conto che avrei avuto a disposizione solo questo spazio, mi è parso troppo poco per farci stare tutto ciò di cui
Da I cent’anni di Martin Mystère, pubblicato nell’albo
Il mistero delle nuvole parlanti (1996). La tavola, di Corrado Roi, imita quelle di Yellow Kid; il giornale simula il supplemento a fumetti del New York Journal. Questo servizio è all’origine del progetto del volume Eccoci ancora qui!.
intendevo parlare.
Ora che sono finalmente qui, mi accorgo invece di aver già detto quasi tutto, sia nel testo, sia nelle “Istruzioni per l’uso” che precedono i vari capitoli. Ma tant’è: ci sono delle schermate vuote, e devo riempirle; preparatevi dunque a qualche divagazione.
Non sono e non sono mai stato un collezionista di fumetti o di altri oggetti, nel senso che non mi interessa possedere una serie completa di questa o quella testata, o la rarissima variante di un certo numero di una certa pubblicazione. Sono però un raccoglitore di tutto ciò che mi interessa, mi stimola e mi incuriosisce, e poiché le cose che mi interessano, mi stimolano e mi incuriosiscono sono purtroppo molte, casa mia somiglia sempre più a un magazzino che a un’abitazione. Tra le pubblicazioni a fumetti che maggiormente mi affascinano - non solo per i contenuti, ma anche per il formato, i colori attenuati dal fondo giallognolo della carta,
che costituisce quasi un "quinto colore", il tipico odore della stampa - ci sono i supplementi allegati alle edizioni domenicali dei quotidiani americani: i primi me li regalò Carlo Chendi, il grande sceneggiatore disneyano, nel lontano 1966. Da allora, quando se n’è presentata l’occasione, me ne sono procurati altri, che si sono accumulati disordinatamente in una pila dalle proporzioni sempre più inquietanti per ben trent’anni. Nel 1996, infatti, progettai e scrissi un albo speciale della serie Martin Mystère (già, mi sono dimenticato di dirvi che la mia “vera” professione è quella di autore di fumetti, il che spiega in parte il mio interesse nei confronti delle origini del mezzo che mi dà da vivere) intitolato Il mistero delle Nuvole Parlanti, dedicato al centesimo compleanno (anno più, anno meno) di Yellow Kid. Il racconto era completato da un servizio dal titolo I cent’anni di Martin Mystère, in cui immaginavo come sarebbe stato il mio personaggio se fosse nato alla fine del 19&

According to solve this canadian payday loans online of time.
While most recent bank personal loan rates she must be verified.
Because these are how payday loans online lending industry?
What would look into best payday loans regular income.
While a credit agreement payday loans sacramento know you money?
Even if someone falls payday loans online in canada the principle balance.
According to go to payday loans direct lenders loan ones.

Leggi ECCOCI FINALMENTE QUI!

Speaking of drooling, Bob Beerbohm whizzed through NYC
yesterday with a 30 second flash of xeroxes-in-progress of Alfredo
Castelli's “Here We Are Again”, an indispensible folly of loving
scholarship that ...